M5S = Media 5 Stalking all’ora

da erica-gazzoldi.blogspot.comCome non capire la voglia e il bisogno di lavorare di decine e decine di cronisti e cineoperatori frustrati dal sistema informativo, prearticolato e governato da pochi in combutta con il potere che li finanzia, che impone loro lo scoop ad ogni costo, con foto/riprese che possano dar luogo comunque a interpretazioni più o meno lecite e vere, con mezze frasi dall’ambiguo significato che possano dar luogo a titoli/servizi tv dai caratteri cubitali, anche se poi leggendo/seguendo gli articoli/servizi si sgonfiano riga dopo riga, immagine dopo immagine, per evitare l’inevitabile denuncia di rebound. Grazie al teatrino di selve di microfoni, accavallarsi di cineprese e fotocamere, che assediano il malcapitato “grillino” di turno quando non lo stesso Grillo, provo compassione della professionalità frustrata di sicuramente bravi giornalisti, reporter, fotografi e cameramen costretti alla calca per campare. Ovviamente non sono tutti uguali, vuoi per sensibilità, cultura, spregiudicatezza, tipologia di contratto, che per possibilità alternative per sbarcare il lunario. Le testate più accreditate, che non significa anche le più lette, come le TV più rappresentative, che non significa necessariamente le più viste, hanno sempre il personaggio di riserva, pescato chissà come e dove pronto ad avallare la tesi del momento e pronto a stragiurare che Grillo è un despota costaricano/caymano con i beni al sole, ma sempre sotto un cielo blu stellato di notte.

Povera Italia come sei caduta in basso, culturalmente e moralmente prima che economicamente, lascia che siano ancora questi professionisti dello stalking mediatico, attraverso i loro partiti di riferimento, a guidarti bendata, come a moscacieca, sul baratro su cui ti hanno condotta e precipita che il paracadute per l’atterraggio morbido, magari in Svizzera, lo tengono per sé ma a te non lo daranno mai.

PENNAdOCA                                                                                                                              10.03.2013

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s