Lettera aperta a Mauro Suttora “infiltrato nel M5S”

il  pensatore da grandipassioni.comCaro Mauro, da “Grillino”, io, a probabile votante del M5S, tu, l’approccio confidenziale è d’obbligo. Voglio con questa mia entrare nel merito del tuo articolo  (http://www.corriere.it/politica/12_dicembre_06/io-infiltrato-tra-i-grillini ).

” In quasi tutti i grillini c’è un fervore palingenetico: sono convinti di essere i primi a voler «fare politica in modo pulito». Io invece ne ho già visti tanti, con questo lodevole proposito.” Innanzi tutto tengo a sottolineare che il grillismo non è una fede,meno che meno in internet, ma una filosofia, ovvero siamo etimologicamente “amanti della sapienza” alla cui base sta innanzi tutto il buon senso; buon senso che ci ha spinti e ci spinge a mettere in discussione i partiti politici, non già la politica, ivi compresi anche tutti coloro che in buona fede hanno cercato in modo fallimentare di cambiarli, in senso democratico, dal loro interno. Certamente avrai visto anche esempi di movimenti che nel loro nascere e primo svilupparsi predicavano cose almeno in parte condivisibili, ma che poi si sono trasformati, nell’abbraccio letale dei partiti strutturati, in partito d’affari essi stessi solo per non aver messo in discussione, combattuto e attuato in primis regole di rappresentanza diverse, ma è proprio nel concetto di rappresentare il popolo e di governare in nome e per conto che sta il difetto base e la ragione della loro scomparsa per incapacità e/o impossibilità di mantenere le promesse fatte. Noi non parliamo di rappresentanza, noi non facciamo promesse: chiediamo solo partecipazione a supporto di coloro che noi e non altri abbiamo deciso che debbano portare la nostra voce nelle varie strutture di governo, sia esso locale che centrale. Noi vogliamo che tutta la società entri nella stanza dei bottoni, ma è necessario innanzi tutto che lo voglia la gente e per far questo deve essere informata correttamente a che non ci voti perché ci ritiene il meno peggio anziché il totalmente diverso.

Per fare sì che questa filosofia si traduca in concreti atti politici, esiste già un primo  programma, anch’esso di buonsenso, e poche regole, ma assolutamente chiare e inderogabili, ( il “povero ” Biolè”, che io sappia, è stato allontanato non per aver precedentemente esercitato un mandato, ma per non averlo dichiarato preventivamente come richiesto) ovvero quelle famose regole indispensabili, come dicevo prima, a cambiare le carte truccate con cui i partiti vorrebbero continuare a misurarsi. Oggi è vero esiste il web e la possibilità di fare rete che rende assai più concreta, di quando questo mezzo, ribadisco mezzo, non c’era, la possibilità di cambiare tutta la società a partire dal modo di comunicare, di lavorare e via dicendo  …. e perché no, votare.

Siamo perfettamente consci che ci sono molte cose da aggiustare,da approfondire e da correggere anche perché sempre nuove potenzialità della rete si aprono man mano che si sviluppano le nuove tecnologie e quindi le applicazioni pratiche di volta in volta migliorano e si ampliano.

Ti prego non votarci, ma se vuoi e puoi partecipa, magari con una corretta informazione,   circostanziatamente critica, ma non polemica.

PENNAdOCA                                                                                                                                            06.12.2012

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

7 Responses to Lettera aperta a Mauro Suttora “infiltrato nel M5S”

  1. maurosu says:

    caro pennadoca, ti ringrazio per il commento, ma vorrei che tu leggessi l’intero articolo con le interviste a Capanna, Pannella e Grazia Francescato (cosa che non puoi avere fatto, perché il tuo post è datato 6 dicembre). Ci tengo, perché l’anticipazione ha solo alcuni estratti con poco contesto. L’articolo completo in realtà è un atto d’amore. Ma vedo che in questi ultimi giorni Grillo fa di tutto per suicidarsi…
    grazie ciao
    ms

    • lapennadoca says:

      Caro Mauro, come tu riconosci io ho basato il mio post su quello che avevo disponibile e che onestamente, forse superficialmente, pensavo fosse completo. Andrò senz’altro a leggere l’intero articolo e intanto posterò tramite i miei soliti canali la tua risposta.
      Grillo, con cui ho parlato una sola volta per dieci minuti tre anni fa, quindi esprimo unicamente il mio pensiero in assoluta libertà, sta prendendo delle decisioni difficili, impopolari e apparentemente antidemocratiche, ma credimi c’è stata una tale spinta, mossa da interessi personalistici, che lo ha costretto a scegliere il minore dei mali. Quella gente che rivendica pretestuosamente e furbescamente democrazia di fatto è salita su un tram che stava partendo sperando poi di poter arrivare a guidarlo cambiando in corsa le regole. E’ comunque un discorso lungo e complesso in cui io mi inserisco se vuoi da spettatore, ma che da attivista di lunga data a Milano posso garantirti che noi non abbiamo mai ricevuto pressioni di sorta sia nel modo che nella scelta di candidati, nei programmi da portare avanti a livello comunale ecc.. Nessuno di noi ha mai avvertito assenza di democrazia, salvo le ultime scelte per le candidature nazionali che sono state dettate da quanto sopra oltre che da una serie importante di infiltrati che abbiamo individuato anche a Milano e Lombardia.
      Non mi è sembrato tuttavia di essere stato sgarbato nei tuoi confronti salvo forse nell’ultima frase in cui chiedo informazione e non polemica, ma devi anche capire che non abituati abbiamo sentito, sentiamo e ancor più ne sentiremo di tutti i colori nei nostri confronti.
      Appena letto l’articolo mi farò vivo, ma non credo prima di dopodomani.
      Cordialmente

      • maurosu says:

        no, tu non sei per niente sgarbato. contrariamente a molti grillini che mi hanno sommerso di insulti. ho scoperto così che c’è anche una grande vena leghista (livello culturale zero) nel m5s. e pensare che fra gli “apostoli laici” di Grillo c’è Gandhi con la nonviolenza… Mah
        ciao (io mi firmo con nome e cognome, gradirei reciprocità, grazie)

  2. manuela says:

    Caro Mauro,
    non è “vena leghista” quella che vedi, ma insofferenza dovuta ad anni e anni di promesse disattese, movimenti e partiti e liste civiche potenzialmente sani, ma subito adeguati al sistema.
    Tu hai parlato delle tue precedenti esperienze, quindi sei conscio di cosa ha determinato la fine di tali esperienze?
    Quando incontrerai in futuro “grillini” che t’insultano, prova a valutare meglio con chi hai a che fare…nella maggioranza dei casi ti renderai conto che sono come crisalidi, gonfie di indignazione, ma non ancora pronte per il buon senso a cui penna d’oca fa riferimento e che sta alla base del moVimento.
    Il moVimento 5 stelle è soprattutto un percorso interiore verso il buon senso…quando ti ricapiterà di incontrare “grillini” aggressivi, ricorda che stai parlando con PERSONE in cammino…
    Ti abbraccio

  3. Mattia says:

    Si cerca sempre di accostare idee e movimenti con qualcosa già successo, come il fascismo, come la lega, come i gruppi insurrezionali….tutto giusto, serve tutto per non fare errori già commessi. Quello che viene a mancare in questi giorni però è il cuore e la mente, basta guardare cosa sta succedendo con i twit al papa, basta guardare cosa succede sulle pagine di facebook di milan, inter, pd, pdl, qualsiasi gruppo che crea divisione; è la totale assenza di rispetto per il pensiero e la volontà partecipativa che tenta di farsi spazio in un “mondo” insofferente. Tutto l’odio, le cattiverie, l’ipocrisia…. che c’è è causata dall’insofferenza e dalla impossibilità di cambiare le cose che ogniuno di noi si sta rendendo conto di avere. Grande merito al MoVimento fondato da Beppe sta proprio nell’aver canalizzato questa insofferenza che altrimenti si sarebbe potuta trasformare in qualcosa di molto peggio, abbiamo visto in Grecia gli estremismi nazisti che hanno avuto un grandissimo consenso popolare. Qui da noi, per ora, non c’è niente di tutto ciò, c’è però il MoVimento che forse è cresciuto anche troppo velocemente e non ha fatto in tempo ad adattarsi alla mole di traffico di pensieri che è riuscito ad attirare; ;Ma buttare tutto nel cesso adesso, per dei malumori, che come sappiamo nel web spesso vengono esternati sotto falso nome unicamente per fare “caciara” è una cazzata. Si devono invece utilizzare tutte le risorse tecnologiche possibili per rendere tutto chiaro e alla luce del sole. Io credo nel MoVimento 5 stelle, credo che Beppe Grillo sia una brava persona, credo che il 90 % degli attivisti siano belle persone, e credo che se si riuscisse a mettere da parte tutte le ideologie, bandiere, e vecchi schemi anche l’Italia tornerebbe ad essere un bel paese.
    Mattia

    • lapennadoca says:

      Mattia condivido al 100% quello che dici ma non ho capito cosa intendi e se ti riferisci a me con “Ma buttare tutto nel cesso adesso, per dei malumori, che come sappiamo nel web spesso vengono esternati sotto falso nome unicamente per fare “caciara” è una cazzata.”

      • Mattia says:

        nono, non mi riferisco a te, è un pensiero in “senso lato”, Voglio dire che molte delle vessazioni che vengono fatte sui post on line sono da parte di “bimbi minkia” senza niente da fare. Non critico assolutamente la libertà di espressione soprattutto se viene fatta con dei modi civili. Reputo però indegno il modo di molti giornali e tg nazionali di presentare le notizie distorcendole dalla realtà. Porto ad esempio Lapertura di 2 servizi identici ma su 2 TG differenti. TG5 ;Grillo espelle i 2 dissidenti…rivolta in rete contro in comico…l’inizio del crollo ….. Sky;Grillo espelle i 2 dissidenti ma la rete è con lui … Disinformazione totale.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s