Non quello che si dice, ma come lo si dice che fa la politica e l’anti-politica

PDL e PD, per voce dei rispettivi segretari stanno dicendo, ora, non prima, che bisogna rivedere le regole e i meccanismi dei finanziamenti pubblici ai partiti, ora dopo essersi ingozzati e aver comunque sancito per sé privilegi anche futuri, alla faccia dei pensionati, cassaintegrati, precari e i cittadini tutti che si trovano con meno servizi, meno sanità, meno scuola. Ma finora dove erano quei signori? erano a fare alta e nobile politica da un’altra parte? chi ha governato l’Italia negli ultimi vent’anni impedendone la crescita economica, quando gli altri paesi crescevano? eh già, adesso è facile dare tutta la colpa a Monti, anche se di colpe ne ha.  Vedrete che da domani il cavallo di battaglia dei media, beceri servi dei partiti, sarà la forte e netta presa di posizione dei leader ( si scrive così ma si legge lader e scusate questa vecchia battuta) politici per l’indispensabile contenimento dei costi della politica. Notare che sarà il termine contenimento e non azzeramento a fare la differenza sostanziale tra politica e antipolitica. Infatti Il M5S, fin dalla sua nascita dice in primis una cosa fondamentale: FUORI I SOLDI DALLA POLITICA, perché politica è servizio e non mestiere per arricchirsi e siccome l’occasione fa l’uomo ladro occorre anche il controllo diretto, costante e continuo degli elettori altrimenti, anche i controllori sono uomini e come tali corruttibili. Ma detto così è troppo chiaro per essere considerato politica anzi è pura demagogia, populismo, antipolitica, detto così è troppo drastico per essere politicamente accettabile, meglio il, questo si politico, contenimento che come al solito dice tutto e niente, che come al solito è fumo negli occhi, che come al solito opportunamente pompato e ripompato da stampa e Tv farà credere che già siano stati operati chissà quali tagli consistenti agli sprechi. No signori questa non è politica ma il solito bluff che però questa volta verremo in massa a vedere perché vorremmo recuperare anche tutto quello che finora vi siete intascati anche se in parte a norma di legge, quindi ufficialmente legale, per leggi che vi siete fatti a bella posta.

Se noi siamo, non antipolitica, ma altra politica è perché voi siete ladri, conniventi di ladri o sognatori ” dai, facci sognare, abbiamo una banca”.

PENNAdOCA                                                                                                                      25.09.2012

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s