La forza del Grillo: la speranza.

I partiti hanno già sguinzagliato tutti gli esperti di comunicazione, marketing, sociologi, psicologi disponibili sul mercato, tanto li pagano con i nostri soldi, per farsi spiegare l’inarrestabile fenomeno del continuo progredire nei sondaggi del M5S di beppegrillo.it, perchè sembrerebbe che da soli non siano in grado di capire quello che la gente normale dimostrerebbe invece di aver compreso. Nella confusione più totale, nel parossistico tentativo di autodifesa, appellano questo fenomeno come antipolitica, voto di protesta e altre simili allocuzioni, per arrivare a dire che la colpa di tutto ciò è la crisi, l’Europa, il mondo e perchè, loro, sostengono il governo Monti.

Falsi e bugiardi come sempre; i partiti sanno benissimo che viene contestato loro di essere dei ladri privilegiati che hanno pensato solo a spartirsi la torta, anzi quello che era avanzato della torta, senza minimamente pensare a governare seriamente l’Italia che, a differenza di tutti gli altri stati, è vent’anni che non cresce e si impoverisce. Ma poco importa, perchè pensano, con un bel restyling e conseguente appropriata comunicazione, di poter riguadagnare il terreno perduto.

Illusi, avete rubato agli italiani le prospettive di un futuro, non dico sereno, ma almeno accettabile, e non osate ammettere che ci sia una persona che, facendo leva unicamente sul buonsenso, stia invece permettendo di  intravedere una flebile luce in fondo al tunnel, scavato nella vostra montagna di merda, diffondendo soltanto speranza e consapevolezza di sè. Forse sarà solo un sogno, ma gli italiani, quando ci si mettono, sanno creare dai sogni splendide realtà e state certi che vi chiederanno il conto perchè nella migliore tradizione del western, proprio all’italiana, “Dio perdona, io no.” e questo è quello che temete di più.

PENNAdOCA                                                                                                                                                                  18.06.2012

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

3 Responses to La forza del Grillo: la speranza.

  1. Cercoquelloonesto says:

    Stà arrivando la resa dei conti…

  2. Maurizio says:

    Non sarà un augurio ma una certezza !

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s