Dalla passera del bunga bunga alla passera catto-bancaria.

Spero che quei pochi che mi leggono abbiano la benevolenza per la mia indulgenza alla battuta, che di fatto la statura almeno formale dei due governi, appena succedutisi, è completamente diversa: amorale sotto tutti i punti di vista il presidente appena andato, presentabile, ai salotti buoni della destra conservatrice e più in generale all’opinione pubblica, il secondo. Se da una parte questa differenza sicuramente culturale può far dire “era ora che non se ne poteva più dell’ignoranza eletta a forma di governo e del promettere e non fare” dall’altra  “come sarà possibile che trovino soluzioni ai nostri problemi coloro che hanno fattivamente collaborato, con le loro dotte teorie, allo sfascio di tutto il mondo occidentale?”

Già dai primi enunciati si capisce chi dovrà sostenere il peso economico di questa crisi: i soliti “idioti” ovvero noi tutti cittadini perchè, beoti, abbiamo votato e ci accingeremo a votare alle prossime elezioni, Lega, PdL, Pd, Terzo Polo, SeL, IdV, al massimo oscillando dal’uno all’altro nell’ ottusa speranza che qualcosa cambi. La nostra incapacità di leggere la storia e la suggestione delle promesse elettorali fanno sì che si vada al voto sempre con la pancia anzichè col cervello. (vi invito anche a leggere: https://lapennadoca.wordpress.com/2011/06/07/grillo-ha-ragione-sul-valzer-dellalternanza/

Ma ritorniamo alla catto passera: Monti ha accompagnato il Papa alla scaletta dell’areo in partenza per l’Africa, dicendogli cosa? non metteremo l’ICI ai beni della chiesa, non taglieremo i fondi alle scuole privato-confessionali? in cambio dovete fare in modo che tutti i “cattolici” presenti ovunque nei vari schieramenti politici mi appoggino incondizionatamente per evitare i ricatti berlusconiani? Sì, perchè la Lega ha già cominiciato la campagna elettorale chiamandosi fuori e paladina dello status quo sulle pensioni di anzianità; Berlusconi pure è in campagna elettorale con i veti alla patrimoniale e all’ICI sulla prima casa; anche Sel prende le distanze dai provvedimenti impopolari, IdV furbescamente segue il filone berlusconiano dicendo di valutare caso per caso se dare il si o il no; solo PD e Terzo Polo, l’opposizione che non ha avuto la capacità, o il coraggio o la forza di proporsi come alternativa valida, dichiarano il loro sostegno incondizionato, che lascerà in braghe di tela solo i primi che i secondi confluiranno nelle neo-DC. 

Ma a noi che pensiamo con la nostra testa interessano solo i provvedimenti che ci depaupereranno ulteriormente e poco ci importa dei giochetti politici di retroguardia se non per indurci a raddoppiare, triplicare gli sforzi per cercare di far capire alla gente che, non avendo nessuno la vera ricetta per uscire da questa situazione, salvo i soliti provvedimenti antiwelfare, deve riappropiarsi della gestione della res publica in prima persona, che la passera è una bella invenzione se non la deleghiamo a rappresentarci. Anche questo governo della passera catto-bancaria passerà ma non dobbiamo aspettare con la rassegnata saggezza napoletana del  ”a dà passà ‘a nuttata”.

PENNAdOCA                                                                                                                                              18.11.2011

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s