LO SBALLOTTAGGIO DEI VOTI

In caso di ballottaggio elettorale tra due candidati ecco che tu, che non hai votato nè l’uno nell’altro al primo turno, diventi inconsapevole oggetto di sballottaggio, a seconda della convenienza dei dirigenti del tuo partito, da destra a sinistra o viceversa. Tu, che dovresti essere soggetto pensante, assoluto e indiscusso padrone del tuo voto, vieni trattato come merce di scambio dai padroni che credevi di non avere. La posta in gioco, che assolutamente non ti riguarda, sono assessorati, poltrone dirigenziali in aziende pubbliche o controllate e via dicendo: il mercato delle vacche, cui il povero animale di turno non può sottrarsi mentre tu potresti.

 Caro elettore non farti abbindolare se lo sballottaggio lo chiamano con termine soave apparentamento, perchè in maniera, anche poco velata, dà subito idea della ripartizione nepotistica del potere. Sii tu a decidere se andare a votare per una persona/partito che altrimenti non avresti mai votato sapendo che dovrai scegliere non quello che per te rappresentava il meglio ma, sempre e solo secondo il tuo giudizio, il meno peggio.

Io non voglio essere sballottato e se al primo turno ho votato candidato diverso da quelli rimasti poi in lizza, poichè non sono una vacca di proprietà di nessuno, amerei sentirmi assolutamente libero di decidere se presentarmi al voto e se del caso chi votare, o di non andare ad esercitare questo mio diritto.

Se non subirò pressioni penso che andrò a votare quello che per me è il male minore, ma se diversamente continuassero a tirarmi per la giacca, che non porto, potrei, esasperato, rispondere a qualcuno: ” Vacca sarà tua madre”.

PENNAdOCA                                                                                                                                      18.05.2011

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in satira, Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s