PORCI SENZA ALI(BI): er mutanda.

Popolo ! io so che non ti meravigli che tra senatori e deputati ci siano troie, maiali, lacchè, utilizzatori di coca, corrotti e condannati anche per mafia, chè i due rami del parlamento sono specchio fedele della nostra società.

Popolo perchè invece non ti incazzi quando parlano di democrazia? Cinque sei persone hanno deciso chi dovesse guadagnare 20.000 euro al mese più privilegi di ogni genere, mentre agli insegnati viene negata, da questo governo (liberale?) la possibilità, fin’ora concessa, di detrarre le spese di aggiornamento: e poi dicono di fare la riforma della scuola per aumentarne la professionalità e competenza degli insegnanti. Maiali senza ali(bi) !!!!

Con la scusa di dover accusare o  difendere Berlusconi nei confronti della magistratura i media passano sotto silenzio o in secondo piano le nuove 21 tasse messe a carico dei cittadini. Maiali senza ali(bi) !!!!

Di quale democrazia stiamo parlando se i rappresentanti del popolo, per una legge maiala voluta dai maiali di maggioranza, e sposata, sottobanco, dai maiali di opposizione che avrebbero potuto cambiarla e no l’hanno fatto, non devono rispondere a chi vota, ma al maiale che li nomina? Maiali senza ali(bi) !!!

Questa oligarchia di maiali che ci comanda ha anche il coraggio di affrontarsi sul tema di chi sia più maiale e una parte di loro, sempre maiali, a chi si batte per la difesa della costituzione li tacciano di puritanesimo e gretto moralismo; accusano i magistrati di essere guardoni e sovversivi pericolosi. Popolo, pensa, i maiali che accusano di maialità: con la spocchia, da te popolo concessa, di dire sono un maiale e me ne vanto, ma tu non hai il diritto di dirmi maiale. Maiali senza ali(bi) !!!

Si sa, dove c’è fango troie e maiali sguazzano!

Al Dal Verme (nome più appropriato non potevano sceglierlo), teatro milanese, Ferrara (da oggi “er mutanda”), presenti Santanchè (hai detto Santa ‘n che? oh! San Pompilio degli Scolopi! ma in nulla), La Russa, Formigoni, ha organizzato una manifestazione pro puttaniere, accusato di pedofilia e concussione, e come scenografia ha pensato, giustamente, che tutti i partecipanti si togliessero le mutande in modo da stenderle in bella vista che tanto sono tutti abituati a calarsele per far piacere al padrone. Maiali senza ali(bi) !!!!!

E poi Bossi fa la battuta “quanto sono porci questi romani”, mai quanto lui per tutte le volte che si è calato le braghe di fronte a Berlusconi, che a sua volta ha sempre ricambiato mostrando il proprio “culo flaccido”. Maiali senza ali(bi) !!!!

Chiedo scusa alle troie e maiali, nel senso di animali, per il degradante accostamento, e ai buoi, se dico: te lo meriti popolo bue.

PENNAdOCA                                                                                                                                          12.02.2011

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in satira. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s