CARE MAMME ZIE E NONNE…..

Non credo sia un caso che stamani, passando di fianco al gazebo del Popolo della Libertà, sito alla fine della centralissima via Dante di Milano, sia stato abbordato da una vecchia babiona, piuttosto male in arnese dalla criniera trasandata e tinta di un improbabile rosso Brambilla. che mi invitava a firmare il sostegno al governo. Rispondendo che avrei firmato per vederlo cadere mi son girato a guardare gli altri componenti la squadra, mi aspettavo il solito stuolo di bonazze, delusione, altre due sgarruppate.

Viste le ultime vicissitudini ho subito pensato che il furbastro sia ritornato all’antico proponendoci le vecchie strombazzate di un tempo , riverginate dagli anni, per riproporsi con ” care mamme, zie e nonne” e cardinali aggiungo io.

PENNAdOCA                                                                                                                       05.12.2010

Advertisements

About lapennadoca

PENNAdOCA Il breve profilo suo, bestiale. Nasce in uno dei più freddi gennaio a memoria d'uomo, quello del 1947 sulla confluenza del Sieve con l'Arno, in provincia di Firenze. Dopo una parentesi decennale (1952-1962) trascorsa tra le macerie, ancora evidenti, della pluribombardata Civitavecchia (RM), approda in Lombardia per conseguire la Maturità Classica e la laurea In "Chimica e Tecnologia Farmaceutiche" Dal 1979 risiede a Milano dove, dopo aver ricoperto per circa un ventennio funzioni manageriali di direttore commerciale in importanti aziende farmaceutiche, intraprende l'attività imprenditoriale nel settore dell'editoria elettronica scientifica e dell' e-learning. Nel frattempo ha messo su famiglia e ora si ritrova vicino una mamma papera,laureata magistra di pollaio, e una figlia ochetta laureata. Si è dedicato, nell'ambito dell'impegno civile, alla battaglia dei movimenti contro l'attuale governo illiberale e per il recupero dell'etica nella politica . Collabora con il Movimento5stelle Milano. "Scrive per hobby, prevalentemente in chiave di satira politica". N.B. Vi chiederete perchè sia scritto in terza persona, semplice, nel burlesco spirito di PENNAdOCA, questo non è il mio profilo, ma di un carissimo amico e solo l'ultima asserzione è ascrivibile a me.
This entry was posted in satira. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s